Storie e Musei

Racconto i Musei per comunicare la Cultura
La mostra “Robert Doisneau – Pescatore d’immagini” al Museo della Grafica di Pisa

La mostra “Robert Doisneau – Pescatore d’immagini” al Museo della Grafica di Pisa

Dal 1° aprile al 17 giugno 2018, il Museo della Grafica di Pisa, sito nel centro della città, ospita la mostra dedicata a “Robert Doisneau – pescatore d’immagini”,  uno dei fotografi simbolo del Novecento francese, nato nel 1912 a Gentilly e scomparso nel 1994.

All’età di 15 anni lavorò come stampatore di litografie presso la scuola Estienne e diventò successivamente disegnatore di etichette farmaceutiche. Fu fotografo dipendente dopo aver lavorato per quattro anni presso l’agenzia di pubblicità degli stabilimenti Renault e, proprio nel dopoguerra, raccolse una serie di fotografie che lo portarono al successo.

La mostra è curata  dall’Atelier Robert Doisneau – Francine Deroudille e Annette Doisneau – in collaborazione con Piero Pozzi e prodotta e realizzata da Di Chroma Photography, ViDi – Visit Different.

Le sale d’esposizione mostrano 70 fotografie che raccontano scorci di vite francesi, narrazioni romantiche e bizzarre di strade,uomini e animali.

Dal suo più famoso scatto – Le Baiser de l’Hôtel de Ville (1950) – a fotografie come “Les chats de Bercy”, in cui piccoli gatti neri attraversano una strada insieme ad una donna sorridente che cammina sicura su uno sfondo isolato, o “Un chien à roulette”, che ritrae, in primo piano, un bassotto disabile sorretto da un carrellino a rotelle.

Il mondo che cercavo di far vedere era un mondo dove stavo bene, dove la gente era gentile e dove trovavo la tenerezza di cui avevo bisogno” è una delle citazioni che attraverso didascalie e grandi pannelli accompagna le emozionanti e curiose immagini.

Una parte della seconda sala è inoltre dedicata alle storiche macchine fotografiche, come la Leica III F (1951) – in esposizione proprio quella utilizzata da Robert Doisneau dal 1953 –  la Hasselblad 500 C (1967) – da lui usata negli anni compresi tra il 1955 ed il 1975 per riprese di tipo industriale – e la Rolleiflex (1961) – la prima macchina fotografica acquistata dal fotografo con i suoi primi guadagni.

Una mostra, questa, in grado di narrare storie; storie di gente e vicoli francesi; storie di bambini e scuole, di cani, gatti ed elefanti, di artisti e di innamorati. Una mostra che racconta una personalità unica, in grado di cogliere la dolcezza della quotidianità che, tra uno scatto e l’altro, sembra quasi lasciare un profumo di gelsomino di Grasse, la città dei fiori e dei profumi per eccellenza.

Ancora pochi giorni per poter effettuare un viaggio nella Francia del Novecento, attraverso gli scatti di uno dei fotografi più amati di sempre.

Robert Doisneau. Pescatore d’immagini

Museo della Grafica – Palazzo Lanfranchi (Lungarno Galileo Galilei, 9) , Pisa.
1° aprile – 17 giugno 2018

Orari
Lunedì – domenica 09:00-20:00

email: museodellagrafica@adm.unipi.it

Segui il blog anche sui Social!
0

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.