Storie e Musei

Racconto i Musei per comunicare la Cultura
Una breve fermata alla Reggia di Colorno

Una breve fermata alla Reggia di Colorno

A 12 km di Parma si trova un piccolo ma affascinante paese, interessante dal punto di vista storico-artistico per la presenza di una elegante struttura architettonica, la Reggia di Colorno. Un imponente edificio si staglia sulla piazza principale, catturando l’attenzione di passanti e turisti, con le sue 400 sale e un prezioso giardino alla francese.

La Reggia ospita oggi mostre temporanee ed eventi culturali e mentre fa da sede ad una tra le più autorevoli scuole di cucina italiane.

La storia dell’importante complesso parte dal 1337, quando Azzo da Correggio eresse una rocca fortificata, trasformata in seguito in una dimora signorile da Barbara Sanseverino. Fu successivamente la residenza dei Farnesi, periodo nel quale la Reggia assunse l’aspetto attuale. All’interno della lussuosa dimora, vi abitarono anche i Borbone e ancora Maria Luigia d’Austria. Più in particolare, nel 1749, l’erede del Ducato Filippo di Borbone diede l’incarico, a maestranze francesi, di ristrutturare il Palazzo per trasformare gli interni in modo da renderli simili a quelli della dimora che la moglie e duchessa Luisa Elisabetta, figlia del re di Francia Luigi XV, aveva lasciato a Versailles.

Quando nel 1765, il Ducato di Parma venne annesso alla Francia di Napoleone, nel 1807 l’edificio divenne “Palazzo Imperiale” e fu presto permanenza della moglie dello stesso, Maria Luigia, duchessa di Parma.

Ho visitato questo angolo di paese in una giornata uggiosa di Maggio, tra una fermata e l’altra. Così tutto ciò è rimasto incastrato nella mia mente e nella galleria fotografica del mio smartphone. Con in mano un ombrello e nell’altra il guinzaglio che tratteneva accanto a me il mio infreddolito compagno di viaggio Kobe, ho assaporato brevemente un racconto di storia e d’arte.

Avrei tanto voluto osservare quelle sale, adornate da mobili, vasi e arazzi ma avevo con me un piccolo birbante tutto bagnato dalla pioggia insistente.

Visitare la Reggia è ,sicuramente, come tornare indietro nel tempo, come assaporare per poco tempo uno scorcio di vita signorile e nobile che riecheggia nelle pareti adornate di quelle meravigliose e forse romantiche sale.

Processed with VSCO with a6 preset
La Reggia- veduta dalla Piazza
Processed with VSCO with a6 preset
La Reggia e il torrente Parma
Processed with VSCO with hb2 preset
La Reggia – ingresso lato posteriore

 

Processed with VSCO with a6 preset
Ingresso – particolare

 

Processed with VSCO with a6 preset
Vista sulla Reggia con il mercato del martedì

 

Processed with VSCO with a6 preset
La Reggia- particolare

 

Processed with VSCO with a6 preset
Ingresso – particolare

 

Processed with VSCO with a6 preset
La Reggia – cortile interno

 

Processed with VSCO with a6 preset
La Reggia – accesso al giardino

 

Processed with VSCO with a6 preset
Il giardino

 

Processed with VSCO with a6 preset
Il giardino – particolare

 

Processed with VSCO with a6 preset
Vista sul giardino storico

 

Processed with VSCO with a6 preset
Il giardino in un giorno di pioggia
Segui o Condividi:
0

0 comments found

Leave comment

Your email address will not be published. Required fields are marked with *.